KineNews

Prurito!

Che fastidio!

Quasi tutti grattiamo qualche volte al giorno senza pensarci, ma cosa fare quando diventa un tormento?

l prurito è un sintomo piuttosto fastidioso, in grado di indurre istintivamente la reazione di grattarsi.

Può avere numerose motivazioni da quelli banali, per esempio eccessiva sudorazione, estrema secchezza della cute o la puntura di un insetto. Ma può anche nascondere problematiche diverse, per esempio stress, ansia, problemi l’alimentari o anche problematiche più serie. Il prurito può essere diffuso o in un punto specifico, quelli di cui preferiamo non parlare, e può persiste tutto il giorno o soltanto in certi momenti (sera) o certe occassioni.

La sensazione pruriginosa può associarsi ad altri sintomi, tra cui bruciore, pizzicore, arrossamento, dolore o gonfiore e manifestarsi come vesciche, pustole, croste, ulcere, desquamazioni o ispessimento cutaneo.

A seconda della causa, il prurito può insorgere in maniera improvvisa o graduale. O anche essere sporadica, continua o ricorrente o diventare cronico.

In quanto tale, la sensazione pruriginosa non è da considerare una malattia, ma rappresenta piuttosto la spia di un problema che può essere di tipo dermatologico o sistemico.

Si può prova a sbarrazzarsene con i rimedi della nonna tipo tenere asciutto la pelle, cambiare detergente dell’igiene personale o del bucato, usare una crema alla calendula. Si visita un dottore.

Ma forse stai anche cercando un modo per ripristinare e/o migliorare la capacità di auto-guarigione del corpo in modo che il prurito può scomparire?

Allora la kinesiologia!

La kinesiologia può essere una risposta alle tue domande e ai tuoi desideri. La Kinesiologia è una biodisciplina in cui le moderne tecniche occidentali sono combinate con tecniche secolari della medicina classica cinese.

La Kinesiologia è una biodisciplina che lavora in modo olistico e ecologico. L’approccio kinesiologico, che lavora per obiettivi positivi, permette alle persone di avere grandi miglioramenti in varie patologie pur di non lavorando direttamente su di esse. Attraverso i bilanciamenti kinesiologici è possibile, disperdendo gli stress con tecniche appropriate, riportare l’equilibrio nel sistema che sarà nuovamente capace di esprimere il benessere e la salute.

Usando il test muscolare come meccanismo di biofeedback del corpo, utilizzo un intero arsenale di tecniche di correzione durante le consultazioni individuali per ripristinare il flusso di energia.

L’operatore kinesiologico lavoro a livello alimentare, emotivo o strutturale.

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.