KineNews

Kineyoga e BNT-Reset

Questo sono delle tecniche ideate da Philip Rafferty nel 1991.
BNT = Bilancing Nutrition and Toxity, cioè bilanciare nutrizione e tossicità
Reset del ATM = Rafferty Energy System of Easing the Temporomandibular joint, ossia il Sistema Energetico di Rafferty per rilassare l’articolazione temporomandibolare.
E’ molto efficace per alleviare il dolore legato a disturbi di natura strutturale, emozionale, energetico e spirituale.

La mandibola fa parte di un apparato complesso, preposto a diverse specifiche funzioni: l’apparato stomatognatico (“stoma, stomatos” = bocca e “gnatos” = mascella). Tale apparato è composto da: denti, gengive, ossa mascellari (mascella sopra e mandibola sotto), articolazioni temporo-mandibolari, ghiandole salivari, tessuti neuro-muscolari e mucose orali.

Tutte queste parti vengono coinvolte nelle seguenti funzioni:
•morso e masticazione
•deglutizione
•fonazione
•in modo complementare, respirazione
•sbadiglio
•espressività (sorriso, broncio, ecc)

I principali disturbi connessi connessi alla mandibola
Il 70 % delle persone adulte soffre di disfunzioni dell’apparato stomatognotico, probabilmente a causa del notevole peso della testa. L’apparato stomatognatico e dunque la mandibola hanno influenza e sono influenzati dal sistema tonico posturale. Disfunzioni a livello stomatognatico o malocclusioni mandibolari possono dare origine a squilibri posturali; viceversa problemi a livello scheletrico o di tono muscolare, in particolar modo dell’appoggio dei piedi, del posizionamento del bacino e dell’allineamento della colonna vertebrale, possono causare disallineamenti mandibolari, malocclusioni dentali, ecc. coinvolgendo comunque sempre la bocca e il piede (il retropiede in particolare). Inoltre se la posizione della testa è scorretta anche il midollo spinale ed i vasi sangugni non possono inserirsi con agio nel cranio.

Serramento mandibolare da stress è un disturbo molto comune che si associa facilmente alla rettilineizzazione del tratto cervicale. La testa si trova anteriorizzata rispetto alla posizione corretta, così i muscoli anteriori e posteriori del collo si “adeguano” ad un tono innaturale, capace di sostenere i 4-6 Kg del capo e anche la posizione delle vertebre e dell’articolazione atlanto-occipitale sono modificate. Spesso il serramento avviene inconsciamente per scaricare stress e tensioni. Pensate anche solamente ai modi di dire: “stringere i denti“ o “vivere a denti stretti” o “mordere la vita”.

Bruxismo è l’abitudine a serrare o digrignare i denti. Rende i muscoli masticatori molto contratti, consuma la cartilagine delle ATM, i denti e lede le gengive. L’affaticamento può estendersi alla muscolatura del collo e delle spalle. Si verifica anche durante il sonno, in quanto è un atto inconsapevole, che si intensifica nei periodi di stress.

Malocclusioni In tutti questi casi si verificano contrazioni dei muscoli facciali atte a normalizzare la postura e il funzionamento del cavo orale.

Emicranea: quando si serra la mandibola vengono coinvolti i muscoli alla base del cranio e dunque i nervi del capo. Allentare la mandibola aiuta ad alleviare il mal di testa occipitale e temporale.

Problemi di respirazione e digestione, nausea, secchezza e arrossamento di occhi e gola, raffredori frequenti, ronzio o fischi nelle orecchie possono trovare origine nell’apparato stomatognatico, che ricordiamo è una parte del tutto. Per esempio i piedi allargati verso l’esterno, le loro dita contratte, le ginocchia rigide, le spalle curve ed il bacino retratto fanno ridurre la respirazione ed irrigidire la mascella producendo danni alla vista, alla gola, alla colonna vertebrale ai polmoni e a tutti gli organi della digestione. Sembra che circa 80 % dei pazienti con disfunzioni del sistema cranio-mandibolo-vertebrale presenta problemi di equilibrio. La mandibola infatti si trova vicina ai muscoli oculari (il senso della vista influenza l’equilibrio) e nelle ossa temporali è situato l’apparato vestibolare (labirinto) fondamentale organo di equilibrio. Una contrazione prolungata delle mascelle può deformare l’osso temporale e l’orecchio interno, alterando la percezione dell’equilibrio.

I trattamenti kinesiologici possono aiutare a farvi stare meglio!

Un riequilibrio con il Reset è non-invasivo e estremamente rilassante. La persona è tenuta al corrente di quello che succede durante il trattamento e di solito i resultati si notano immediatamente.

Il RESET è una semplice ma estremamente efficace procedura di correzione dell’impostazione dell’articolazione temporo-mandibolare (ATM).

Rilassando i muscoli della mascella l’ATM si riposizione correttamente e quiesto influisce sulla qualità del sistema di feedback cerebro-muscolare. Una tensione nei muscoli della mascella può alterare la posizione normale causeando il doffondersi di messaggio elettrici confusi per il corpo.

Il nervo del Trigemino è il nervo maggiore fra quello del cranio e ha una miriade di percorsi di trasporto, interconnessioni e distribuzione sensoriali per e dalla maggior parte delle aree del cranio. E’ intimamente connesso al pterigoideo e il completo sistema craniosacrale, tra cui il Sistema di Attivazione Reticolare, una difesa primaria del corpo. In un incidente i muscoli mascellari verranno tesi per proteggere il cervello e la spina dorsale (mandibola difensiva di Dr. Carl Ferreri). Questo stress emotivo può rimanere per anni nel sistema. Il Reset non soltanto rilascia la tensione muscolare, ma spesso anche un rilascio di emozioni subconscie.

Lavorando sui muscoli psoas e sartorio, che sono collegati ai reni e surrenali, il corpo potrà utillizzare l’acqua in maniera più efficiente. L’idratazione influisce sulla conduzione degli impulsi nervosi, sulle reazioni biochimiche.

La tecnica è complementare a qualsiasi altra attività sulla mandibola in quanto ha un’approccio completamente diverso nel correggere gli squilibri del sistema scheletrico, muscolare, nervoso e dell’idratazione corporea. Ribilanciare i muscoli dell’ATM ha un impatto a lungo raggio.

Il RESET lavora per migliorare le seguenti problematiche:
emicranie
dolori del collo e della zona lombare
ernia iatale, la funzione delle valvole digestive e di conseguenza la funzione dell’apparato digerente
qualsiasi trauma passato può causare tensioni nei muscoli mandibolari, provocando squilibri strutturali e neurologici
disidratazione
carenze di minerali.
traumi da cure ortodontiche, spesso inducendo il corpo a rimanere in uno stato di “combatti o fuggi”. Anche l’apparecchio ai denti può avere conseguenze strutturali e neurologiche.

Lavorando sulla ATM si aiuta poi il bilanciamento di minerali nel nostro sistema.

Ogni individuo è un universo differente e il Reset/kinesiologia lavora “su misura” per ogni persona.
Il numero di sessioni dipende quindi da caso a caso e da persona a persona. Qualcuno può già notare dei cambiamenti durante la sessione o immediatamente dopo, per altri, invece, il cambiamento può arrivare nei giorni successivi. Il processo di cambiamento continua in modo automatico durante le ore, i giorni e le settimane successive la seduta.

Philip Rafferty ha studiato tutti i principali rami della Kinesiologia ed è stato il presidente fondatore della Touch for Health Association a Victoria, in Australia. Ha studiato Fisiologia Applicata, Hyperton-X, Three-In-One e N.O.T. Ha avviato la popolare attività “Equilibrium” che vende prodotti di kinesiologia a professionisti della salute. Nel 2006, Philip è stato insignito del prestigioso status Fellow Member of the AKA (FMAKA) per i suoi anni di servizio all’organizzazione.Kinergetics Kinesiology è stata sviluppata nel 1991 e nel 1995 Philip ha sviluppato un workshop TMJ chiamato RESET. Kinergetics e RESET sono stati insegnati in 20 paesi a oltre 30.000 studenti e sono tradotti in otto lingue.BNT (Balancing Nutrition and Toxicity) è stato sviluppato nel 2012 e già oltre 1.500 studenti in 10 paesi hanno partecipato. Sindrome (CFS), dolore cronico, artrite, ATM e traumi. Insegna ai suoi seminari e vede clienti a livello internazionale.

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.